CoroPlus consentirà alle aziende manifatturiere di usare i Big Data per rendere più precise tutte le operazioni.
L'Industria 4.0 è arrivata, ma non ancora dappertutto. Mentre il settore automobilistico sfrutta ormai da diversi anni le possibilità offerte dalla connettività, dal monitoraggio a distanza e dall'uso intelligente dei dati, l'industria manifatturiera è rimasta in attesa di qualcosa che la aiutasse a fare il salto nel futuro. CoroPlus® potrebbe essere quel “qualcosa”.
CoroPlus è una combinazione di sensori, utensili, connettività, algoritmi, cloud e analisi dei dati. Nessuno dei componenti è di per sé una novità, ma come in tutte le innovazioni, è la loro combinazione a produrre un risultato speciale.
“CoroPlus migliora il processo di produzione, riduce i costi e abbatte gli sprechi – tutti fattori che incidono sostanzialmente sulla redditività”, dichiara Mats Lindeblad, business development manager per la divisione Digital Machining di Sandvik Coromant. “In parole semplici, le aziende che adotteranno per prime la nuova tecnologia ciberfisica saranno più preparate ad affrontare il futuro e molti produttori si stanno già attrezzando”.
 
Secondo Lindeblad, CoroPlus permette alle aziende manifatturiere di comprendere molto più a fondo l'intero processo di produzione. I programmatori CAM hanno accesso sia a funzioni intelligenti che a dati accurati per la scelta degli utensili, dei percorsi utensile e dei dati di taglio; gli operatori possono monitorare le macchine da remoto e usare i dati acquisiti nel processo di lavorazione per migliorare le prestazioni ed evitare problemi di usura o di guasto. Questo si traduce a sua volta in risultati di maggiore qualità, minori scarti e throughput più rapidi. Inoltre, le soluzioni cloud permettono di aggiornare regolarmente le funzioni e le soluzioni senza bisogno di un supporto fisico, accelerando così il processo e facendo sì che i clienti abbiano sempre la soluzione più recente.
Quest'autunno, quando Sandvik Coromant ha presentato CoroPlus agli eventi internazionali IMTS, AMB e BIMU, l'interesse è stato enorme.
“Uno degli utensili intelligenti presentati all'IMTS era una barra di alesatura Silent Tools con lunghezza di 2,5 metri e diametro di 120 millimetri”, racconta Åke Axner, global product manager per l'area Machine Integration di Sandvik Coromant. “Provate a immaginarla in azione dentro un componente. Non vedrete mai un tagliente spezzato, perché i sensori della barra vi diranno esattamente tutto ciò che dovete sapere: l'accuratezza della linea centrale, la vibrazione, quando è il momento di cambiare l'inserto e molto altro ancora. Il posizionamento in altezza può essere regolato facilmente con una leggera rotazione della barra.
 
“Molte aziende di produzione sono in attesa di utensili connessi che consentano di utilizzare i dati raccolti e di ottimizzare i processi con una lavorazione meccanica intelligente, ma finora non hanno visto soluzioni adatte”, continua Axner. “Le nostre non sono ancora disponibili per l'acquisto ma i clienti hanno mostrato un reale interesse. Occorrerà tuttavia aspettare fino alla seconda metà del 2017 per poter usufruire pienamente dei vantaggi di CoroPlus”.
Silent ToolsTM e CoroBore® sono le prime due famiglie di utensili a incorporare le funzioni intelligenti di CoroPlus. Lo stabilimento Sandvik Coromant di Trondheim, in Norvegia, ha svolto un ruolo centrale nello sviluppo della nuova generazione di utensili Silent Tools. Sandvik Coromant ha dimostrato che le funzionalità intelligenti possono offrire vantaggi concreti e che CoroPlus può mantenere tutte le sue promesse. Perché, allora, si dovrà aspettare fino all'anno prossimo per acquistarla? Axner spiega che la nuova piattaforma è molto complessa, non si tratta semplicemente di collegare alcuni sensori agli utensili e di estrarre poi i dati da lì. Sandvik Coromant sta mettendo a punto vari accordi ad alto livello con una serie di partner, che dovranno essere finalizzati prima del lancio di CoroPlus.
“Dobbiamo creare un insieme di condizioni per poter installare CoroPlus presso i clienti”, dichiara Axner. “Tra queste, dobbiamo garantire la sicurezza informatica dei clienti e risolvere i possibili problemi inerenti alla titolarità dei dati”.
In sintesi
 

Sandvik Coromant ha presentato la piattaforma CoroPlus a settembre. Grazie a caratteristiche di connettività che permettono di collegare le fasi di progettazione e pianificazione con la lavorazione vera e propria e con sofisticate funzioni di analisi, la piattaforma traccia un filo conduttore digitale che lega l'intera catena del valore del cliente, partendo dalle attività di progettazione, pianificazione del processo e delle operazioni per arrivare alla logistica di produzione, alla lavorazione meccanica e da qui ai processi di verifica e logistica esterna. CoroPlus offrirà alle aziende manifatturiere la possibilità di usare i Big Data per rendere più precise tutte le operazioni. Inoltre, adottando la norma ISO 13399 per i dati sugli utensili da taglio, la piattaforma permette il collegamento con altri fornitori, macchinari e processi.

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE LISTA NOTIZIE

© Copyright 2015 Utensil Tiani - Via Degli Abeti, 242 61100 Pesaro - P.IVA:01076640414 - E-Mail: info@frese.it - Credit_ Realizzazione Siti Internet
Alcune immagini utilizzate sul sito sono tratte dal sito di Sandvik Coromant AB, la fonte qui citata ne permette l'utilizzo.